icona categoria
Mercati

Aperitivo, nuovi target per crescere

Definizione sempre più precisa del consumatore-tipo e apertura verso il Sud: ecco come le aziende del settore puntano a far crescere l’aperitivo in Italia dopo un periodo di alti e bassi nei consumi fuori casa

Sarà perché è il momento conviviale perfetto, che permette una certa socialità senza portar via tutta la serata (e a un costo relativamente contenuto). O sarà semplicemente perché è divertente. Fatto sta che l’aperitivo si conferma l’occasione di svago enogastronomico preferita dagli italiani. A dirlo è l’Indagine Fipe-Format 2015 sul consumo fuori casa: il 48,6% del campione “pratica” l’aperitivo almeno una o due volte al mese, più delle pause pranzo (47,7%) e del dopocena (39,7%).

I produttori stanno quindi lavorando da tempo per sfruttare al meglio questo momento, anche attraverso proposte più sofisticate, interessanti e ricercate. «Il segmento aperitivo è in fermento, e continua a crescere in maniera significativa da diversi anni», dichiarano dal quartier generale di Martini&Rossi. L’azienda, per cogliere il momento positivo, continua a concentrarsi sulla sua intera gamma di aperitivi: i quattro Martini (Rosso, Bianco, Dry e Rosato), il Bitter Martini e i più recenti Martini Riserva Speciale Rubino e Ambrato, i top di gamma. Senza dimenticare la linea di spumanti. «L’aperitivo oggi è il principale momento di aggregazione dei giovani consumatori: il tempo rallenta e si condividono pienamente le relazioni. Per questo l’aperitivo moderno è il cuore della strategia di Martini e l’occasione preferita di contatto con i nostri consumatori. Non si può più parlare di “moda” dell’aperitivo, bensì di un’abitudine ormai consolidata, sia al Nord, dove è partita, sia al Sud, anche se con modalità peculiari per ogni zona».

«Le vendite si confermano importanti e registrano aumenti nel comparto dei prodotti adatti alla mixologia», conferma Marcello De Vito Piscicelli, direttore commerciale di F.lli Rinaldi Importatori . Puntando su un target di giovani, l’azienda bolognese concentra gli sforzi di comunicazione e di penetrazione commerciale su «fashion bar e lounge bar. La moda aperitivo è consolidata in tutta Italia, con un’apertura interessante negli ultimi anni nel Sud». Se la pratica si diffonde lungo tutta la Penisola in maniera sempre più omogenea e capillare, paradossalmente sono però proprio le distinzioni territoriali e culturali a fare la differenza. Per questo, conferma De Vito Piscicelli, tutti i packaging di F.lli Rinaldi Importatori «sono stati studiati attentamente nei dettagli per richiamare l’identità territoriale dell’area di provenienza e per dare più informazioni possibili a chi li utilizza. Mantengono autenticità nel contenuto con una grande modernità nel messaggio comunicativo».

Il lavoro delle aziende intorno all’aperitivo, per affermarne e farne comprendere la ricercatezza, è quindi incessante.  Si riscoprono ricette antiche, facendole convivere con il gusto di consumatori sempre più evoluti ed esigenti, anche in un momento così “leggero”. «Il target d’elezione di Sanbittèr sono i giovani adulti più moderni e innovativi, caratterizzati da molti interessi, che scelgono sempre la qualità e amano mangiare e bere bene», è allineata Erika Tuniz, brand manager Aperitivi del Gruppo Sanpellegrino . «I nostri consumatori hanno uno stile di vita attivo, credono fortemente nel valore delle relazioni e vogliono godere dei momenti in compagnia all’insegna del gusto e della qualità. Amano condividere una pausa di piacere con gli amici e vivere il loro tempo all’insegna della convivialità – riconoscendo nell’aperitivo un rito tradizionale di valore –, ma amano anche sperimentare gusti e prodotti nuovi che diano un tocco di originalità e creatività che, da sempre, contraddistinguono il bien vivre italiano». Bien vivre di cui il rito dell’aperitivo è ancora emblema, momento tradizionale  della nostra cultura. «Oggi il consumatore vuole un aperitivo di qualità, con un buon abbinamento food&beverage, e riconosce sempre di più il valore di una pausa Italian style, di cui Sanbittèr è da sempre ambasciatore. A livello locale, inoltre, si tende a valorizzare le specificità regionali, come gli appetizer».

Sulla stessa direttrice marcia spedita Fratelli Branca Distillerie con il suo Carpano Antica Formula. Il lavoro della casa è stato costante, e ha permesso al vermouth creato nel 1786 da Antonio Benedetto Carpano di posizionarsi al primo posto nella classifica della rivista inglese “Drinks International”. «Nell’Annual Bar Report dedicato alla categoria vermouth – commentano da Fratelli Branca – Antica Formula è risultato primo in classifica sia come Best selling brand sia come Top trending brand. La ricerca ha preso in esame le abitudini di acquisto dei bar ed è stata condotta attraverso un sondaggio su un campione selezionato dei migliori bar del mondo. Antica Formula conferma un trend in crescita, anche grazie all’apprezzamento dei migliori bar tender internazionali». Il periodo, insomma, è positivo.

Nicoletta Cane, trade marketing manager di F.lli Gancia, non nasconde i suoi progetti per sfruttare l’abbrivio: «Per il 2017, in continuità con le attività messe in campo nell’ultimo trimestre del 2016, Gancia si concentrerà su Galliano e sulle nuove referenze appena lanciate». L’azienda di Canelli ha infatti ampliato il portfolio delle referenze Galliano distribuite in Italia, aggiungendo all’Autentico anche L’Aperitivo, Vanilla, Ristretto e Amaretto. Lo stesso target che da tempo anche i produttori di spirits stanno considerando con crescente interesse.

Le possibilità di sinergie con la sfera dell’aperitivo sono evidenti, e sono state perfettamente colte da Belvedere Vodka, che cerca ora di adattare i suoi concetti tradizionali a nuove occasioni di consumo: «Crediamo che la sensazione di naturalezza dovrebbe pervadere tutto quello che facciamo e il nostro manifesto sottolinea un atteggiamento assolutamente naturale, dagli ingredienti locali e freschi che selezioniamo, ai nostri agricoltori partner che supportiamo, fino all’impatto ambientale che ci impegniamo a ridurre», spiega Claire Smith Warner, Responsabile Creazione Superalcolici e Mixologia di Belvedere Vodka. «Poiché manteniamo la nostra vodka semplice e naturalmente ricca di aroma, i nostri drink seguono una ricetta simile. La Belvedere Spritz Collection simboleggia alla perfezione questa filosofia, con cocktail a basso contenuto di zucchero, tutti rinfrescanti».

Articoli
Correlati